Infosfera. I Futuri dell’Informazione

Overview

Una analisi di mercato rivolta al mondo del business per comprendere gli sviluppi delle produzione e del consumo di media nel futuro prossimo, in collaborazione con l’Istituto di ricerca Eumetra Monterosa e il supporto di Nefula – Near Future Design Laboratory.

I risultati sono stati presentati il 13 gennaio 2016 nel corso dell’omonimo evento, presso la prestigiosa sede del Centro Svizzero a Milano.

Una nuova metodologia

Come affrontare un presente complesso e in continua evoluzione? Come relazionarsi in un contesto in cui il mondo si popola di individui sempre più critici, con identità sempre più definite, desiderosi di partecipare e contribuire alle decisioni e al mercato da protagonisti e non più da meri consumatori?

Quali approcci e strumenti di analisi possiamo adottare per aiutare aziende e istituzioni ad affrontare le sfide dell’innovazione esponenziale e trasformarle in opportunità?

Infosfera – I Futuri dell’Informazione è lo sforzo di tre istituti di ricerca di unire le proprie metodologie per sperimentare un nuovo approccio in grado di aiutare aziende e istituzioni a confrontarsi con la velocità evolutiva del contemporaneo.

L’approccio combina la migliore tradizione della ricerca qualitativa e quantitativa dell’Istituto Eumetra Monterosa, la capacità di Human Ecosystems di analizzare i Big Data usando l’etnografia digitale, le più avanzate tecniche e tecnologie di Network, Emotional e Natural Language Analysis con il metodo del Near Future Design sperimentato da Nefula: lo studio dei segnali deboli e delle tensioni del presente per progettare scenari di futuro prossimo capaci di diventare nuovi modelli di business da adottare sul mercato.

 

La ricerca: qualche numero

L’analisi etnografica online (42 peasi, 29 lingue, 1.574.841 conversazioni, tre mesi di osservazione) ha coinvolto i principali social network (Facebook, Twitter, Instagram), i principali siti web, forum e gruppi specializzati (per come indicizzati da Google e Alexa), la rilevazione di annunci di lavoro su oltre 200 testate internazionali.

L’analisi qualitativa si è focalizzata su quattro target privilegiati: giovani, colti e nativi digitali (ventenni); professional, giovani-adulti professionisti (30-40enni); donne colte quarantenni; manager di età centrale (quarantenni). La ricerca è stata condotta con mini-focus, osservazioni e interviste individuali in profondità.

L’analisi di Near Future ha delineato tre universi etnografici emergenti: i “Conservatori”, i “Futuristici”, gli “Algoritmici”.